Pina A. - www.conoscerelaverita.ch

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Testimonianze

 Una delle cose che prediligo fare fin dalla mia infanzia è la lettura, ed è proprio tramite un libro, del quale ignoravo l'esistenza in casa, che ho trovato la mia "miniera d'oro". Per diversi anni esso fu tenuto sotto chiave da mia madre, perché temeva l'ira di mio padre, il quale essendo in quel tempo poco disponibile di colloqui familiari, si dimostrava ostile verso qualsiasi novità. Un giorno, quasi per caso, aprii quel cassetto e là, nascosto tra le tante cose riposte, lo vidi. Non aveva foto di copertina e fui attratta dalla semplice rilegatura scura un po' consumata dagli anni; così, incuriosita, cominciai a leggerlo. Il suo linguaggio arcaico mi affascinò e con l'ausilio di un dizionario riuscii a decifrare quelle parole "d'altri tempi". Ammetto di aver avuto qualche difficoltà nella prima parte, nel condividere alcuni degli episodi scritti, a causa del loro contenuto un po' "crudo", pur tuttavia continuai imperterrita a leggere. Man mano che le pagine scorrevano insieme alle mie giornate, mi rendevo conto che quel libro (ormai capivo chiaramente il messaggio), mi parlava diritto al cuore. I lati più nascosti e più cattivi, mi scorrevano davanti come le immagini su uno schermo; di conseguenza ne provavo il peso e la vergogna. Cercavo di distrarmi, ma le soddisfazioni che scaturivano dai vari divertimenti, oltre che effimere, sfociavano inesorabilmente in un'arida solitudine. Entrai così in una repentina crisi esistenziale. Quel messaggio di giudizio e nello stesso tempo d'amore mi metteva di fronte ad una inevitabile scelta e dopo una lotta interiore estenuante, decisi di arrendermi e seguire i consigli in esso contenuto. Benedetta crisi ! Essa mi portò alla rinascita più completa e il peso che mi angosciava venne rimosso. Quel libro nascosto e ritrovato mi ha dato la possibilità di capire il vero significato della vita e della morte. Se ho creato un alone di mistero, voglio svelare subito di quale libro sto parlando e perché fu, ed è, così prezioso. La sua preziosità è l'autore stesso, cioè : Dio, il Creatore dell'universo; il libro in questione è la Bibbia. Si, proprio così ! Attraverso quella lettura ho incontrato personalmente l'autore. Come ? Miracolo della fede. Egli mi ha offerto la possibilità di mettermi in salvo nella lotta tra il bene e il male che sussiste da sempre in ogni essere umano, donandomi gratuitamente il mezzo per farlo: credere in Cristo e seguirLo. Mi ha fatto constatare come molti fatti nella storia, predetti secoli prima, si sono verificati alla lettera , ed ora so, senza ombra di dubbio, che altre profezie si adempiranno per il futuro, forse domani...forse oggi ! Da quel giorno realizzo quotidianamente il rapporto più puro e più intimo che c'è. Parlo con Lui come a mio Padre con la certezza di essere ascoltata, capita e protetta. Questo cambiamento di rotta non mi ha mutata esteriormente, né mi ha rinchiusa in una "cella" monastica isolandomi dalla società. Ciò che è avvenuto è un cambiamento interiore e quindi, anche con le mie imperfezioni, continuo a seguire con tutto il mio essere colui che ha pagato la mia liberazione con la Sua stessa vita, e voglio farlo fino al giorno che sarò con Lui per sempre. Desidero che tutti prendessero quella Bibbia magari messa in bella vista sulla libreria di casa, per leggerla con animo sincero, perché ( ed uso un tono forte), è questione di vita o di morte: eterna naturalmente. Solo così si può sperimentare personalmente la realtà di questo miracolo e dire come me, una frase come questa: ! Una cosa so; prima ero cieca ed ora ci vedo" ( Evangelo di Giovanni 9:25 )

 
Torna ai contenuti | Torna al menu